Salute e forma fisica
Entra a far parte della nostra comunità.
Ultimi argomenti
» informazioni alimenti
Mar Giu 27, 2017 5:26 am Da carl34

» 15 ANNI MASSA
Ven Giu 23, 2017 2:12 pm Da MarcoCal

» Omega 3 e ictus: benefici da alimenti e integratori?
Sab Giu 10, 2017 3:01 pm Da A_L_I_N

» domanda
Sab Giu 10, 2017 2:55 pm Da A_L_I_N

» barrette proteiche
Ven Giu 09, 2017 3:53 am Da carl34

» salve a tutti
Mer Mag 24, 2017 4:54 pm Da A_L_I_N

» alimentazione massa
Lun Mag 08, 2017 7:49 am Da carl34

» Diario proteico
Mer Mag 03, 2017 7:55 am Da carl34

» Consigli culinari
Ven Apr 21, 2017 6:37 am Da azzinimartina

» Salve a tutti
Mer Apr 19, 2017 9:51 am Da carl34

» Niente
Mar Apr 11, 2017 10:13 am Da ghali13

» mi presento
Lun Apr 10, 2017 7:41 am Da carl34

» diario di crazybig
Mar Apr 04, 2017 8:42 am Da Filippius

» scheda massa febbraio-marzo
Dom Feb 05, 2017 10:44 am Da jonathanmicori

» Problema dorso
Dom Gen 29, 2017 3:30 pm Da Bild_Boy

» Ginocchiera per SQUAT, quale acquistare?
Gio Dic 29, 2016 3:50 am Da Filippius

» Alimentazione massa 15 anni
Mer Nov 16, 2016 11:13 am Da Denis01

» Inguine anca e femorale.
Mer Nov 02, 2016 9:40 am Da Kovacici10

» Aiuto scheda massa.
Mer Set 21, 2016 10:06 am Da champ21

» Salve a tutti
Mer Set 21, 2016 9:53 am Da champ21

Accedi

Ho dimenticato la password

Ricerca avanzata
Cerchi qualcosa all'interno del forum e non lo trovi? Prova a fare una ricerca avanzata, cliccando qui.
Chi è in linea
In totale ci sono 25 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 25 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Nessuno

Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 100 il Mar Nov 13, 2012 8:13 am
Luglio 2017
LunMarMerGioVenSabDom
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31      

Calendario Calendario

I postatori più attivi del mese

Forum della pubblicità

Il Formaggio

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Il Formaggio

Messaggio Da kurosaki-san il Dom Set 02, 2012 8:36 am

Il formaggio migliora le difese immunitarie

Il formaggio rinforza le difese immunitarie degli anziani, ritardando l’invecchiamento del sistema immunitario. Lo hanno dimostrato i ricercatori finlandesi dell’Università di Turku.
Gli studiosi hanno diviso una trentina di volontari in due gruppi: al primo davano una fetta di formaggio ogni mattina, all’altro del cacio «finto». Dopo un mese chi aveva mangiato formaggio vero presentava un netto miglioramento del quadro immunologico rispetto agli altri. Perché? Perché con parmigiano & co si introducono nell’organismo probiotici che aiutano la flora intestinale a svolgere al meglio le funzioni di difesa.

L'emmental che cura il cuore

Come convivere con un cuore che fa le bizze? Una recente ricerca su 6 mila cardiopatici condotta dall’università di Tilburg (Olanda) dice che innazitutto va combattuta l’ansia, il pessimismo e l’isolamento sociale. Ma anche la tavola può aiutare. Contrariamente a quanto si pensa normalmente anche i formaggi possono aiutare a combattere i disturbi del cuore: gli emmental delle regioni alpine svizzere e francesi provenienti da mucche che si nutrono di particlari erbe locali, hanno infatti alte concentrazioni di Omega 3 e proteggono il cuore.

Il Formaggio ha piu proteine di una bistecca

Nonostante sia accusato di essere ipercalorico e carico di colesterolo, il formaggio mantiene un posto sul podio dei cibi più apprezzati. Un italiano ne consuma mediamente 20 chili all'anno, poco meno di quattro etti alla settimana. Un po' troppo, in verità, secondo i nutrizionisti.
«In una dieta ideale, i formaggi sono consigliati due o tre volte alla settimana», dice Andrea Ghiselli (puoi chiedergli un consulto), ricercatore dell'Istituto nazionale per gli alimenti e la nutrizione di Roma. «La quantità? A pasto una porzione da 50 grammi di stagionato o da 100 di fresco».
Grandi virtù, insomma, anche se non bisogna sottovalutare l'alto apporto calorico dei latticini. Deve ricordarlo chi è abituato a concedersene abbondanti porzioni a fine pranzo o cena, quasi fosse un contorno. Il formaggio non andrebbe associato abitualmente alla carne o alle uova: va considerato sia nella quantità, sia nella qualità, ma pure in rapporto a tutti gli altri cibi mangiati nel corso della giornata.

Ma ecco le cinque buone ragioni per riservare al formaggio, mozzarella o caprino che sia, un posto d'onore a tavola.

I vantaggi rispetto alla carne

Il formaggio va considerato un secondo piatto a tutti gli effetti, non solo per il contenuto calorico, ma soprattutto per l'apporto di proteine di grande digeribilità e ad alto valore biologico, ossia quelle che contengono gli otto aminoacidi considerati essenziali.
Basti pensare che un etto di caciocavallo ha 37,7 grammi di proteine (una bistecca appena 20), a fronte di un fabbisogno giornaliero di circa 45 grammi per una persona adulta che pesa circa 60 chili.
Tutti i tipi di formaggi ne sono ricchi: parmigiano, groviera, grana, Emmental ne forniscono da un minimo di 28 a un massimo di 34 grammi (per un etto); le caciotte da 24 a 27; robiola, scamorza, stracchino, fontina, mozzarella si attestano su 20 grammi. I più poveri sotto questo aspetto nutrizionale? Mascarpone e ricotta, rispettivamente con 7,6 e 8,8 grammi.
E c'è un altro vantaggio rispetto alla carne. «Durante la lunga maturazione degli stagionati, la caseina, la loro principale proteina, subisce un processo di scissione a opera di alcuni enzimi», dice Alfredo Vanotti (puoi chiedergli un consulto), docente alla scuola di specializzazione clinica e dietologia all'Università di Milano Bicocca. «Questo processo porta alla formazione di aminoacidi liberi, che vengono prontamente assimilati dal nostro corpo: in pratica sono proteine predigerite».

Il formaggio ha più proteine di una bistecca

Una mano alle ossa

Il nostro organismo ha bisogno di costituire, soprattutto nel periodo della crescita, una buona riserva di calcio per irrobustire le ossa: durante la terza età e nella menopausa, questa riserva sarà come un buon conto in banca da cui attingere per prevenire, per esempio, l'insorgere dell'osteoporosi.
Secondo una ricerca condotta in Finlandia, pubblicata dall'American journal of clinical nutrition, il calcio si assimila particolarmente bene dai latticini. Dallo studio, condotto su un gruppo di 195 ragazzine di età compresa tra i 10 e i 12 anni, è emerso che chi si alimentava regolarmente con latte, e soprattutto formaggi, aveva una massa ossea maggiore delle coetanee, la cui dieta era povera di questi alimenti, nonostante alcune di loro ricorressero agli integratori.
«I sali di calcio presenti nel formaggio hanno un'alta biodisponibilità, cioè entrano subito nel torrente circolatorio del sangue e vanno a depositarsi nelle ossa», spiega Eugenio Del Toma, docente di dietologia alla Sapienza di Roma. «Il contenuto varia a seconda del tipo di formaggio. Meno presente in quelli freschi, abbondante negli stagionati: 50 grammi di grana forniscono quasi la dose giornaliera raccomandata, quasi 600 milligrammi su 800».
I latticini contengono altre sostanze benefiche. «Il fosforo completa l'azione del calcio a favore dell'apparato scheletrico», dice Massimo Masserini, docente di scienze dell'alimentazione all'Università di Milano Bicocca. «Il potassio, determinante nella resa muscolare, contribuisce a prevenire l'eliminazione del calcio con le urine. Infine lo zinco, indispensabile per il funzionamento di oltre 70 enzimi».
«Una precisazione», interviene Anna Villarini, biologa nutrizionista dell'Istituto nazionale dei tumori di Milano. «Le proteine dei latticini contengono molto zolfo, che rende più acido il sangue. Per riequilibrare la situazione (il ph del sangue dev'essere il più possibile costante), l'organismo va a prelevare calcio proprio dalle ossa e lo reimmette in circolo: a conti fatti, solo una parte del calcio ingerito con latte o formaggi va a fissarsi nell'apparato scheletrico. Quindi è necessario assumere la sostanza anche da frutta secca, pesce e acqua, che evitano il turnover indesiderato».

Pelle, occhi e sistema immunitario ringraziano

Nella componente lipidica dei formaggi è presente la vitamina A, indispensabile per l'integrità della pelle, la salute degli occhi, l'efficienza del sistema immunitario. Mascarpone, pecorino, provolone, taleggio, groviera i più ricchi; meno dotati i prodotti freschi. Camembert, gorgonzola, parmigiano, grana e soprattutto il mascarpone contengono anche vitamina E, che ha un ruolo di contrasto all'invecchiamento grazie alla sua capacità di neutralizzare i radicali liberi.
«Se eliminiamo dalla dieta i formaggi e tutti i grassi (come l'olio), per paura di aumentare troppo di peso, ci perdiamo una fonte di vitamine liposolubili, ossia di vitamine che hanno bisogno di un ambiente grasso per poter essere assimilate», avverte Del Toma.
Chi odia il formaggio? «La vitamina A è molto presente anche nella frutta e nella verdura di color arancione, mentre la vitamina E abbonda nell'olio extravergine di oliva», rassicura Villarini. Il consiglio è mangiare in modo il più possibile variato.

Un'iniezione di energia

Il formaggio viene spesso demonizzato per il contenuto di grassi saturi, che tendono a spalmarsi lungo le pareti interne dei vasi sanguigni e a favorire diverse patologie del sistema cardiocircolatorio, cominciando dall'aterosclerosi. È vero, ma se si indaga in questa direzione non mancano le sorprese.
«I grassi non possono essere del tutto banditi dalla tavola, perché hanno la funzione di fornire energia all'organismo», sottolinea Andrea Poli, direttore scientifico della Nutrition foundation of Italy. «Ora, i grassi saturi dei formaggi non sono i peggiori, perché alzano il colesterolo cattivo Ldl, ma alzano anche quello buono Hdl in misura moderata: questo non risolve del tutto il problema, però ne riduce l'impatto. I grassi trans, i peggiori in assoluto per la salute di cuore e arterie, che vengono prodotti in una piccola quota durante la ruminazione del foraggio da parte delle mucche e che finiscono nel formaggio, non hanno gli stessi effetti negativi di quelli industriali, che ci sono per esempio in certe merendine confezionate».
Rincuora Del Toma: «Due volte alla settimana un pezzetto di formaggio se lo può permettere chiunque, compreso chi ha il colesterolo alto». Inoltre, secondo un'indagine effettuata dall'Istituto nazionale di ricerca per gli alimenti e la nutrizione, i prodotti lattiero caseari consumati in Italia contribuiscono solo per il 10% al livello di colesterolo. Per ridurre ancora di più il rischio, basta scegliere prodotti a basso contenuto di grassi. Stesso discorso per chi è a dieta. Se ci si modera, il formaggio non è un attentato alla linea. È bene avere la fermezza di rinunciarvi solo se si è sforata la quota calorica giornaliera o se sul vassoio compaiono bombe come il gorgonzola con mascarpone e noci.

Un piacere per il palato

Ogni vallata, paese, regione ha il suo formaggio. In Italia, ne sono state censite circa 430 varietà: per quanto riguarda i Dop, cioè quelli a denominazione di origine protetta, superiamo la Francia.
Il formaggio si fonda su pochi elementi: acqua, sale, latte. È grazie alla lavorazione che il prodotto si differenzia per sapore, qualità, contenuto nutrizionale. Dal pecorino piccante ai prodotti a pasta filata (di cui l'Italia è leader mondiale), la varietà è straordinaria. Ci sono meraviglie alimentari a pasta molle, come brie, taleggio, quartirolo, tomini. Semiduri come fontina, asiago, tome. Duri e secchi come il grana e il pecorino. E che dire dei non fermentati, cioè quelli freschi come la robiola, e dei fermentati come il gorgonzola (di cui ne esistono al mondo più di 40 tipi realizzati con latte di mucca, pecora, capra, bufala)?
Il trionfo dei sensi non deve distrarre dall'evitare le trappole dei luoghi comuni. I migliori formaggi sono quelli di montagna? «Non è così automatico», ammonisce Ivano De Noni, docente al dipartimento scienze e tecnologie alimentari dell'Università di Milano. «A determinare la qualità di un formaggio intervengono molti fattori. Se tutte le fasi della lavorazione non sono perfette, possono esserci difetti anche nei prodotti artigianali, soprattutto dal punto di vista sensoriale».

Fonti: http://www.ok-salute.it/
avatar
kurosaki-san
Esperto
Esperto

Messaggi : 1662
Data d'iscrizione : 27.04.12
Età : 23
Località : Karakura Town

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Formaggio

Messaggio Da kurosaki-san il Dom Set 02, 2012 8:37 am

Mi piace il fornaggio...
avatar
kurosaki-san
Esperto
Esperto

Messaggi : 1662
Data d'iscrizione : 27.04.12
Età : 23
Località : Karakura Town

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Formaggio

Messaggio Da Conan il Dom Set 02, 2012 11:21 am

In un altro studio invece avevo letto che il calcio dei latticini per essere assimilato richiama calcio dalle ossa ed anche l'acidità dei latticini causa una diminuzione di calcio osseo.

Comunque ben venga il formaggio ma tenendo conto che a parità di molte proteine ne ha altrettanto di grassi (cosa che invece la carne non ha o ha in quantità molto limitate) e di calorie.

_________________________

Per tutti i neofiti vogliosi di risposte: leggete prima di aprire nuovi thread

Hell is when you meet the person you could have been

Quello che voi chiamate prestazione eccezionale io la chiamo normalità, quello che voi chiamate prestazione irraggiungibile io la chiamo prestazione eccezionale. E' per questo che io ho quello che voi non avete.
avatar
Conan
Leggenda
Leggenda

Messaggi : 15603
Data d'iscrizione : 15.11.10

http://salutealtop.italians.tv

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Formaggio

Messaggio Da kurosaki-san il Dom Set 02, 2012 1:28 pm

Si il calcio del latte non e proprio l'ideale xD

In un libro di medicina naturale , consigliavano di consumare insieme ai latticini (latte e yogurt compresi) del sale marino integrale , che grazie a tutti i suoi minerali diminuisce la decalcificazione delle ossa..
avatar
kurosaki-san
Esperto
Esperto

Messaggi : 1662
Data d'iscrizione : 27.04.12
Età : 23
Località : Karakura Town

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Formaggio

Messaggio Da kurosaki-san il Dom Set 02, 2012 1:40 pm

Latte  e formaggi? Sì, grazie!

Attaccare il latte e i formaggi è un esercizio con cui persone che si reputano razionali cercano di prendersi gioco di persone che considerano meno intelligenti. Una specie di giochino logico in cui alcuni trovano il loro effimero momento di gloria. Vediamo le tante armi che usano.
 
1) Le mucche sono imbottite di ormoni e di farmaci
 
Questa considerazione è veramente semplicistica. Non si possono fare affermazioni scientifiche senza fornire dei numeri. Chi ragiona solo per argomenti qualitativi rischia di diventare un irrazionale.
Nel tonno c'è il mercurio, nei polli la diossina (oltre i farmaci ecc.), nelle verdure gli anticrittogamici, nell'acqua i nitrati ecc. Alla fine, per coerenza, si dovrebbe eliminare tutto finendo per morire di fame.
Chi impara a gestire i numeri sa che esistono leggi che fissano soglie di sicurezza e controlli che le verificano. Le frodi alimentari (andare contro queste leggi) esistono per ogni alimento. Quindi, se si prendono le frodi per normalità, di nuovo si muore di fame.
Prima di fare i ragionamenti di cui in 1) si dovrebbe per lo meno conoscere il concetto di NOEL.
Tra parentesi, latte e formaggi sono categorie alimentari sicure. Contrariamente a quanto divulgato da alcuni, sono pochissimi i formaggi (anche di scarsa qualità) con conservanti e/o coloranti.
 
2) Latte e formaggi contengono grassi saturi
 
Anche i biscotti, il cioccolato e moltissimi altri alimenti. La demonizzazione dei grassi saturi (spesso erroneamente detti grassi di origine animale) è priva di ogni spessore scientifico. Non sono i grassi saturi che fanno male, ma il loro abuso. Il cibo è fondamentale alla vita, ma il suo abuso produce sovrappeso e obesità. Stesso ragionamento va applicato ai grassi saturi, fondamentale fonte di energia.
 
3) Troppo calcio fa male
 
Alcuni sostengono che l'eccesso di calcio contenuto nei latticini non serve per proteggere dall'osteoporosi, ma va ad accumularsi sulle pareti dei vasi con gravi danni per la salute. Qui l'errore consiste proprio nell'incapacità di ragionare per assurdo. Se i danni vascolari causati dal calcio contenuto nei latticini fossero veri, ci sarebbe una gran quantità di infarti e di ictus nella popolazione dei trentenni perché chi consuma molti formaggi e beve molto latte avrebbe a 30-40 anni i vasi ridotti come quelli di chi è arrivato a 60-70 anni non consumando latticini. Tale differenza nel numero di ictus e di infarti non si verifica. Quindi la frase di partenza è una stupidaggine.

4) Le proteine acide del latte sottraggono calcio

Il latte contiene calcio, ma possiede anche proteine animali acide che proprio per essere smaltite hanno bisogno di consumare calcio, consumandone un quantitativo superiore a quello che dà, in età adulta.
Provate a chiedere a chi vi vende questa informazione (spesso presente su siti; si legga a proposito l'articolo sull'informazione in Rete) cos'è una proteina animale acida, qual è la sua formula chimica ecc. e vedrete cadrà dalle nuvole, a riprova del fatto che parla per sentito dire.
Per smontare questa teoria basta usare il Ma se... Se fosse vera, i vegetariani sarebbero messi meglio nei riguardi dell'osteoporosi, ma nessuna ricerca dimostra che i vegetariani sono più immuni dall'osteoporosi dei non vegetariani.
Inoltre non si dà nessun dato quantitativo, non si mettono cioè numeri che nella valutazione di un processo sono fondamentali.
Infine proviamo ad applicare lo stesso ragionamento all'acqua.
1) L'acqua è fondamentale per la vita.
2) I cibi hanno bisogno di acqua per essere assorbiti e digeriti, quindi sottraggono acqua all'organismo.
3) Poiché le due affermazioni precedenti sono vere non dobbiamo nutrirci con i cibi, non dobbiamo mangiare nulla.
 
5) Il latte pastorizzato è pericoloso
 
A prescindere dal fatto che si scambia un pericolo per un minor vantaggio, alcuni ritengono che il latte si debba consumare crudo. Tornando praticamente indietro di un secolo quando, senza pastorizzazione (che serve per eliminare i germi patogeni), gli uomini prendevano dal latte crudo gravi malattie come tubercolosi o brucellosi. Tutti dovrebbero sapere che nel XIX secolo, in Gran Bretagna, la pastorizzazione del latte permise di dimezzare in un solo anno la mortalità di giovani sotto ai 12 anni.
Quanto al fatto che il latte pastorizzato perda gran parte del suo potere alimentare è una sciocchezza che per coerenza dovrebbe portare a eliminare ogni forma di cottura dalla nostra alimentazione. La cottura, spesso indispensabile per l'igiene, toglie una parte del valore nutritivo degli alimenti, ma quello che conta è che la parte rimanente è più che sufficiente a una vita sana. Sarebbe come dire che un'acqua veramente oligominerale (cioè molto leggera, priva di sali), in quanto pura, è pericolosissima.
 
6) Le ricerche contro il latte
 
Premesso che nessuna ricerca è scienza, molti antilatte sparano ricerche del tipo: la ricerca X ha dimostrato che chi consuma latte è più sensibile al problema Y.
Tali ricerche sono le peggiori in campo scientifico e hanno valenza nulla dal punto di vista causale. È banale trovarne e confezionarne ad arte. Volete una prova? Confezioniamo una ricerca che dimostra come fumare faccia bene. Prendo due campioni di maschi cinquantenni: un campione di 100 italiani che fumano e uno di abitanti dell'Afghanistan che non fumano. Poiché la speranza di vita dell'Afghanistan è di 44 anni, molto probabilmente, se seguo per dieci anni i due campioni, troverò molti più sopravvissuti nel campione dei fumatori che in quello dei non fumatori. Logiche le vostre proteste, perché ho scelto degli afghani? Ma chi vi dice che i campioni delle ricerche che vi propinano siano "buoni"? Affinché lo siano veramente dovrebbero differire solo per una e una sola caratteristica, cosa che nessuno può certificare. Quindi imparate la differenza fra correlazione e causa: la correlazione è un punto di partenza per capirci qualcosa, considerarla un punto d'arrivo è molto superficiale e può portare a gravi errori. 

Fonti: http://mobile.albanesi.it/Dietologia/disinformazione.htm
avatar
kurosaki-san
Esperto
Esperto

Messaggi : 1662
Data d'iscrizione : 27.04.12
Età : 23
Località : Karakura Town

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Formaggio

Messaggio Da Conan il Dom Set 02, 2012 2:38 pm

kurosaki-san ha scritto:Si il calcio del latte non e proprio l'ideale xD

In un libro di medicina naturale , consigliavano di consumare insieme ai latticini (latte e yogurt compresi) del sale marino integrale , che grazie a tutti i suoi minerali diminuisce la decalcificazione delle ossa..

Ma aumenta la ritenzione idrica e la pressione.

_________________________

Per tutti i neofiti vogliosi di risposte: leggete prima di aprire nuovi thread

Hell is when you meet the person you could have been

Quello che voi chiamate prestazione eccezionale io la chiamo normalità, quello che voi chiamate prestazione irraggiungibile io la chiamo prestazione eccezionale. E' per questo che io ho quello che voi non avete.
avatar
Conan
Leggenda
Leggenda

Messaggi : 15603
Data d'iscrizione : 15.11.10

http://salutealtop.italians.tv

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Formaggio

Messaggio Da jonathanmicori il Lun Mag 27, 2013 1:31 pm

nn c crederai ma io ho cominciato a mangiarlo da circa 2 settimane..xche prima nn mi piaceva Mad ..adesso si..pero' nn so comne va considerato dato che e' molto grasso,..nn so' dove inserirlo e cosa sostituire..oppure dovrei evitarlo???o
avatar
jonathanmicori
Principiante
Principiante

Messaggi : 326
Data d'iscrizione : 04.12.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Formaggio

Messaggio Da Conan il Lun Mag 27, 2013 11:16 pm

Non bisogna esagerare perchè è molto grasso e salato, però è anche una ricca fonte proteica.
Un po' di grana nella pasta, oppure una cena con del formaggio magro, o del formaggio magro in fiocchi come pre-nanna. L'importante è regolarsi con le porzioni e non mangiarlo spesso durante la settimana.

_________________________

Per tutti i neofiti vogliosi di risposte: leggete prima di aprire nuovi thread

Hell is when you meet the person you could have been

Quello che voi chiamate prestazione eccezionale io la chiamo normalità, quello che voi chiamate prestazione irraggiungibile io la chiamo prestazione eccezionale. E' per questo che io ho quello che voi non avete.
avatar
Conan
Leggenda
Leggenda

Messaggi : 15603
Data d'iscrizione : 15.11.10

http://salutealtop.italians.tv

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Formaggio

Messaggio Da jonathanmicori il Mar Mag 28, 2013 8:37 am

ma quello magro quale sarebbe?? mio padre compra il pecorino e la caciotta..
avatar
jonathanmicori
Principiante
Principiante

Messaggi : 326
Data d'iscrizione : 04.12.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Formaggio

Messaggio Da Conan il Mar Mag 28, 2013 9:03 am

I magri sono quelli con un contenuto lipidico < del 20% del totale.
Qua trovi anche una tabellina che indica i formaggi divisi per livello di contenuto lipidico: http://www.my-personaltrainer.it/nutrizione/formaggi-magri.html

Pecorino e caciotta non sono magri, ad ogni modo basta non abusarne e non mangiarli in quantità elevate od in maniera continuativa.

_________________________

Per tutti i neofiti vogliosi di risposte: leggete prima di aprire nuovi thread

Hell is when you meet the person you could have been

Quello che voi chiamate prestazione eccezionale io la chiamo normalità, quello che voi chiamate prestazione irraggiungibile io la chiamo prestazione eccezionale. E' per questo che io ho quello che voi non avete.
avatar
Conan
Leggenda
Leggenda

Messaggi : 15603
Data d'iscrizione : 15.11.10

http://salutealtop.italians.tv

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Formaggio

Messaggio Da jonathanmicori il Mar Mag 28, 2013 1:14 pm

io ne mangio qualche fetta a cena..
avatar
jonathanmicori
Principiante
Principiante

Messaggi : 326
Data d'iscrizione : 04.12.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Formaggio

Messaggio Da jonathanmicori il Mar Mag 28, 2013 1:15 pm

cmq t ringrazio!!!
avatar
jonathanmicori
Principiante
Principiante

Messaggi : 326
Data d'iscrizione : 04.12.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Formaggio

Messaggio Da Conan il Mar Mag 28, 2013 11:19 pm

jonathanmicori ha scritto:io ne mangio qualche fetta a cena..

Ogni tanto ci può stare ttok

_________________________

Per tutti i neofiti vogliosi di risposte: leggete prima di aprire nuovi thread

Hell is when you meet the person you could have been

Quello che voi chiamate prestazione eccezionale io la chiamo normalità, quello che voi chiamate prestazione irraggiungibile io la chiamo prestazione eccezionale. E' per questo che io ho quello che voi non avete.
avatar
Conan
Leggenda
Leggenda

Messaggi : 15603
Data d'iscrizione : 15.11.10

http://salutealtop.italians.tv

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Formaggio

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum